giovedì 27 novembre 2014

Indirizzo nuovo Blog

CAMBIO INDIRIZZO BLOG

Questo Blog  http://guidocammini.blogspot.com/ rimane come archivio dei post che ho scritto sulla vecchia piattaforma di di Splinder dal 2003 al 2011. 
Dal 1 gennaio 2012 mi troverai a questo indirizzo:


In this blog  http://guidocammini.blogspot.com/ you can find only the post I wrote on Splinder blog from 2003 until 2011 
Starting from 2012 you will find my post on 


Este blog http://guidocammini.blogspot.com/ sirve solo para leer  los post que he escrito desde el año 2003 hasta 2011
 Si quieres, desde el año 2012 puedes leerme en el nuevo blog

Salviamo le Alpi Apuane


Difficile dimenticare le Alpi Apuane, per chi ci ha camminato o scalato queste belle montagne rimarranno sempre nel cuore. La tecnologia e la grande richiesta del pregiato marmo stanno distruggendo questo paradiso sulla terra....



Le Alpi Apuane viste dal M. Marmagna

Vi propongo questo filmato..... per me è una poesia che tocca nel profondo e dovrebbe far riflettere.
"Salviamo le Alpi Apuane".
Un ringraziamento a Roberto Grossi che ha creato questo bellissimo film (durata 16').
Buona visione.




martedì 2 settembre 2014

Un po di colore sul vecchio amato blog


Tramonto da casa 

CAMBIO INDIRIZZO BLOG

Questo Blog  http://guidocammini.blogspot.com/ rimane come archivio dei post che ho scritto sulla vecchia piattaforma di di Splinder dal 2003 al 2011. 
Dal 1 gennaio 2012 mi troverai a questo indirizzo:


In this blog  http://guidocammini.blogspot.com/ you can find only the post I wrote on Splinder blog from 2003 until 2011 
Starting from 2012 you will find my post on 


Este blog http://guidocammini.blogspot.com/ sirve solo para leer  los post que he escrito desde el año 2003 hasta 2011
 Si quieres, desde el año 2012 puedes leerme en el nuevo blog

lunedì 19 dicembre 2011

Colla di Casaglia..." I DIACCI "...sul torrente Rovigo

ottobre 2011

Dal Passo della Colla di Casaglia, si gira a sinistra per Palazzuolo sul Senio, dopo circa due chilometri lasciamo il nostro mezzo in un largo spiazzo situato su un tornante della strada, la località si chiama Prato all'Albero.
Il percorso a piedi inizia dalla strada forestale (sbarra), difronte al parcheggio per arrivare poco dopo alla Capanna Marcone, rifugio sempre aperto con ricovero invernale per quattro persone e zona di riposo con tavoli . Da qui prendiamo a destra per sentiero che si inoltra subito nel bosco, in discesa lo seguiamo fino al Molino I Diacci, attraversiamo il torrente e prendiamo a sinistra in salita arrivando cosi alla bellissima cascata dell'Abraccio. Seguiamo il sentiero in salita e poco dopo arriviamo al "rifugio  Diacci" , bella struttura ristrutturata con i fondi Europei, ora gestita da una cooperativa. Possibilità di pernottamento con prima colazione o di pensione completa. Il nostro itinerario finisce qui, ovvero, il ritorno è per la solita traccia di andata, ma volendo ci sono più possibilità di fare un anello
.
Le ore di cammino e i chilometri sono di solo andata, quindi, dovete  moltiplicare x2.


DATI GPS (solo andata):

Lunghezza: 3,3 chilometri
Altitudine min: 848 metri, max: 1.048 metri
Altitudine cum. salita: 125 metri, discesa: 198 metri
Livello di difficoltà:  Facile
Tempo:   un'ora 29 minuti
Data:  ottobre 13, 2011


 Altimetria completa A-R




 





 PER APRIRE IL PERCORSO GPS CLICCA QUI


  

Apuane il M: Gabberi

giovedì, 13 ottobre 2011

Il Monte Gabberi m 1108 rappresenta uno dei punti più panoramici di tutte le Apuane meridionali: infatti la sua vicinanza alla costa, fa si che dalla sua vetta si possa godere di un panorama vastissimo su tutta la costa tirrenica, da Viareggio fino a Portovenere, il lago di Massaciuccoli, il Camaiorese e lo Stazzemese e tantissime cime della catena apuana. Il Gabberi forma una vasta dorsale che incombe sopra la conca di Camaiore separandola dal bacino del torrente Vezza. I suoi pendii sono prevalentemente boscosi con alcuni affioramenti di rocciosi, uno di questi è sul versante settentrionale , vicino al paese di Farnocchia: un grande e curioso monolite noto come Pietralunga del M. Gabberi.

Il luogo di partenza per questa escursione è il paese di Farnocchia..........per arrivarci : uscire dalla A12 a Versilia, continuare in direzione di Camaiore e prendere la strada per Stazzema, a circa due chilometri prima del paese di Stazzema , girare a destra, bivio per Farnocchia.

DATI GPS APRI E VEDI PERCORSO
Lunghezza: 8,74 chilometri
Altitudine min: 632 metri, max: 1.115 metri
Altitudine cum. salita: 522 metri, discesa: 511 metri
Livello di difficoltà:  Medio
Tempo:   6 ore 27 minuti
Data:  ottobre 13, 2011
Ritorna al punto di partenza (anello):   Si
Coordinate: 364 


Questo percorso è già stato fatto più volte: APRI E VEDI DESCRIZIONE





Anello di Settignano


giovedì, 20 ottobre 2011

Settignano m 178 - P.gio al Vento m 250 - Castel di Poggio m 391 - C. Montefanna m 512 - il Pratone m 702 - Piana di S. Clemeente. S. Clemente chiesa m 565 -  Piana delle Tortore. P.gio delle Tortore m 513 - Ontignano m 260 - C. Paterno m 306 - P.gio al Vento - Settignano.

Cartina: Multigrafhic 1:25000 n.26 - 27 Dintorni di Firenze e Mugello.
Panorami bellissimi....cultura del territorio....bellezze uniche della Toscana.


M.Prado...alta garfagnana.


mercoledì, 06 luglio 2011

Con questo percorso si raggiunge la vetta più alta della Toscana...il M.Prado 2054 m. L'ambiente che attraversiamo è tra i più belli del nostro Appennino. Dal Casone di Profecchia, in forte salita passiamo in mezzo a delle faggete...sentiero cai n 54, lo seguiamo fino al rifugio Cella proprietà della comunità montana, attualmente affittato a dei pastori, quindi non fruibile. Dal rifugio dobbiamo salire ripidamente sui prati a destra...attenzione i segni si vedono male. Arrivati sul crinale al P.so Bocca di Massa, seguiamo a sinistra il segnavia 00 di crinale...uno spettacolo...
In seguenza tocchiamo le cime dei monti Cella, P.so degli Scaloni. M. Vecchio e in fine il M.Prado (ore 3 dal Casone di Profecchia). Da questo punto il panorama è bellissimo, in particolare la veduta sul M.Cusna.
Dalla cima scendiamo ripidamente fino al laghetto Bargetano, una vera chicca, scendiamo ancora fino a trovare la strada forestale, giriamo a destra seguendo la strada fino al P.so del Lama Lite. Da qui a sinistra arriviamo in 10 minuti al rifugio Battisti. Dopo una breve sosta pranzo, torniamo indietro fino al P.so del Lama Lite, prendiamo a sinistra, poco dopo sulla destra prendiamo il
segnavia n 633 S. SP...sentiero Spallanzani. dopo poco troviamo un altro bivio, noi ci teniamo sempre a destra e seguendo l'esile traccia del sentiero a metà costa passando sotto lo Sprone del Prado.Continuiamo sul sentierino che avvolte si fa difficoltoso per alberi caduti e piccoli smottamenti dovuti alle pioggie o alla neve, che qui cade abbondante in Inverno. Finalmente arriviamo a P.so di Bocca, da qui seguiamo il sentiero di salita n 54 che in forte discesa ci riporta al Casone di Profecchia.

APRI QUI IL PERCORSO

 
 

DATI GPS
Lunghezza: 17,24 chilometri
Altitudine min: 1.314 metri, max: 2.053 metri
Altitudine cum. salita: 970 metri, discesa: 977 metri
Livello di difficoltà:  Impegnativo
Tempo:   8 ore 2 minuti
Data:  luglio 05, 2011
Ritorna al punto di partenza (anello):   Si
Coordinate: 1542

La carta topografica è Appennino Toscoemiliano n 18 - 20 della Multigraphic 1: 25000